Di seguito vengono riportate le norme editoriali a cui gli autori interessati ad inviare un manoscritto per la pubblicazione su un fasciolo de Il Valsalva devono attenersi. Gli articoli che non rispettano le seguenti istruzioni, se giudicati meritevoli dall'Editore di essere sottoposti ai reviewer, saranno previamente rinviati agli autori per le opportune correzioni di forma e struttura. Tutti i contributi sottoposti per la pubblicazione su Il Valsalva sono posti al vaglio di uno o più referee, in forma anonima. 

 

TIPOLOGIA DI LAVORI

Il Valsalva pubblica le seguenti tipologie di lavori: lavori originali; revisioni della letteratura; lettere all'editore; casi clinici; clinical pictures.

Lavoro originale

Lunghezza del manoscritto: nessun limite. Sezioni: Abstract, Keywords, Testo principale (Introduzione, Materiali e Metodi, Risultati, Discussione), Bibliografia. Voci bibliografiche: nessun limite. Figure e Tabelle: nessun limite. 

Revisione della letteratura

Lunghezza del manoscritto: nessun limite. Sezioni: Abstract, Keywords, Testo principale (titoli di sezioni e sottosezioni variabili a discrezione degli autori), Bibliografia. Voci bibliografiche: nessun limite. Figure e Tabelle: nessun limite. 

Caso clinico

Lunghezza del manoscritto: nessun limite. Sezioni: Abstract, Keywords, Testo principale (Introduzione, Presentazione del caso, Discussione), Bibliografia. Voci bibliografiche: nessun limite. Figure e Tabelle: nessun limite. 

Clinical Picture

Lunghezza del manoscritto: massimo 500 parole. Sezioni: Keywords, Testo principale (Descrizione della clinical picture), Bibliografia. Voci bibliografiche: massimo 5 voci. Figure e Tabelle: massimo 1 figura, anche divisa in più immagini (A,B,C); nessuna tabella 

Lettera all'editore

Lunghezza del manoscritto: massimo 1000 parole. Sezioni: Testo principale (Lettera), Bibliografia. Voci bibliografiche: massimo 5 voci. Figure e Tabelle: non permesse

 

INVIO DI UN MANOSCRITTO

Gli articoli inviati non devono essere stati già pubblicati o essere contemporaneamente al vaglio di un’altra rivista. In caso di utilizzo di immagini, tabelle o illustrazioni già pubblicate, gli autori sono tenuti a ottenere il permesso alla pubblicazione da chi ne detiene il copyright, sia per la versione stampata sia per quella on-line, e a darne prova all’Editore prima della pubblicazione dell'articolo. Gli articoli devono essere inviati esclusivamente utilizzando il form online presente sul sito de Il Valsalva.

L’articolo deve essere scritto in Word e inviato in formato docx (Word 2007 o successivi) o doc (versioni più vecchie di Word). Il carattere da utilizzare deve essere il Times New Roman, dimensione 12, con interlinea doppia. Le pagine devono essere numerate. Gli autori devono utilizzare sempre segni e simboli internazionali (SI units) per le unità di misura. Le abbreviazioni devono essere definite la prima volta che vengono usate e poi costantemente impiegate. Le figure, corredate di legenda sintetica, devono essere inserite nel documento word in formato jpg, tiff o png. Le tabelle, corredate di titolo e di legenda sintetica, devono essere inserite nel documento word e create utilizzando l’apposito sistema dell'editor di testo. Le figure e le tabelle devono essere inserite direttamente nel testo dove se ne raccomanda la pubblicazione (non alla fine del manoscritto). Il numero di immagini e tabelle deve essere limitato allo stretto necessario e devono essere in bianco e nero. Per la pubblicazione a colori è necessario contattare preventivamente l'Editore.

 

PREPARAZIONE DEL MANOSCRITTO 

Pagina iniziale (title page)
a)    Titolo (in italiano e in inglese)
b)    Nome, cognome e affiliazione di ciascun autore
c)    L’indirizzo e-mail dell’autore di riferimento (corresponding author)

Abstract (in italiano e in inglese)
Deve essere un breve riepilogo di massimo 250 parole del contenuto dell’articolo; non deve contenere abbreviazioni.

Parole chiave (in italiano e in inglese)
Indicare dalle 4 alle 6 parole chiave, da impiegare ai fini dell’indicizzazione.

Testo
Il testo deve essere suddiviso in paragrafi e sotto-paragrafi numerati progressivamente rispettando, tranne per le lettere all'editore e le clinical pictures, questa sequenza: Introduzione, Materiali e Metodi, Risultati, Discussione.

Figure e Tabelle
Le figure, corredate di legenda sintetica, devono essere in formato jpg, tiff o png. Le tabelle, corredate di titolo e di legenda sintetica, devono essere create utilizzando l’apposito sistema di word. Le figure e le tabelle devono essere inserite direttamente nel testo dove se ne raccomanda la pubblicazione (non alla fine del manoscritto)

Bibliografia
La bilbiografia deve essere inserita alla fine del manoscritto con numerazione progressiva corrispondente all’ordine di citazione nel testo. I riferimenti bibliografici vanno citati tra parentesi nel corpo del testo.

I riferimenti bibliografici devono seguire la seguente impostazione:

Cognome e iniziali del nome degli autori, senza punti e separati da virgole; anno tra parentesi; titolo dell’articolo seguito da punto; nome della rivista senza punti; “;” volume(fascicolo) “:” numero d’inizio e fine del testo.

1.    Lockwood AH, Salvi RJ, Burkard RF. (2002). Tinnitus. N Engl J Med; 19:348(12):904-10.


IN CASO DI ACCETTAZIONE DEL MANOSCRITTO

L’autore corrispondente riceverà per e-mail la lettera di accettazione e le bozze elettroniche dell’articolo prima della sua pubblicazione. È responsabilità degli autori individuare gli eventuali errori nella bozza entro dieci giorni dal ricevimento e rinviarle all'Editore. Saranno accettate solamente correzioni di refusi, non modifiche sostanziali e/o aggiunte al testo. Se le bozze non saranno restituite entro il predetto termine, il lavoro verrà pubblicato previa correzione redazionale, senza ulteriori comunicazioni.

 

CODICE ETICO

Il Valsalva è una rivista scientifica peer-reviewed che si ispira al codice etico delle pubblicazioni elaborato dal COPE (Committee on Publication Ethics), Best Practice Guidelines Journal Editors, e assume tutte le decisioni necessarie contro eventuali frodi che si possano verificare nel corso della pubblicazione di un lavoro. Le parti coinvolte devono conoscere e condividere i seguenti requisiti etici.

Doveri dei direttori: i direttori sono responsabili della decisione di pubblicare o meno gli articoli proposti, previa valutazione da parte di referee esterni; valutano gli articoli proposti per la pubblicazione in base al loro contenuto, senza discriminazioni di razza, genere, orientamento sessuale, religione, origine etnica, cittadinanza e orientamento politico degli autori; si impegnano a non rivelare informazioni sugli articoli proposti ad altre persone oltre all’autore, ai referee e all’editore; si impegnano a non usare in ricerche proprie, senza esplicito consenso dell’autore, i contenuti di un articolo proposto per la pubblicazione.

Doveri dei referee: attraverso la peer-review supportano le decisioni dei direttori e del comitato editoriale circa la pubblicazione degli articoli proposti e possono suggerire all’autore modifiche che migliorino il lavoro; ogni manoscritto assegnato deve essere considerato riservato; eseguono la revisione in modo oggettivo, motivando adeguatamente i propri giudizi; informazioni riservate o indicazioni ottenute durante il processo di peer-review devono essere considerate confidenziali e non possono essere usate per finalità personali; non possono accettare in revisione articoli per i quali sussista un conflitto di interessi dovuto a precedenti rapporti di collaborazione o di concorrenza con uno degli autori.

Doveri degli autori: gli autori devono garantire l'unanime accettazione alla pubblicazione di tutti gli autori e dell’Istituto nel cui contesto il lavoro è stato elaborato; se richiesto dal comitato editoriale, devono fornire dati con dettaglio sufficiente affinché altri possano ripetere il lavoro; si impegnano a non pubblicare contributi su cui vantino uno specifico interesse personale o professionale; devono dichiarare eventuali supporti finanziari da parte di sponsor e, in questo caso, indicare nome e ruolo svolto dagli sponsor; indicare come coautori tutti coloro che abbiano dato un contributo significativo alla ricerca che è alla base dell’articolo e indicare nei ringraziamenti chiunque abbia partecipato in modo significativo ad alcune fasi della ricerca; in caso di sperimentazione eseguita su esseri umani, devono indicare che le procedure seguite sono state rese conformi agli standard etici dei relativi comitati etici e alla Dichiarazione di Helsinki del 1975, nella sua versione più aggiornata (2013); in caso di sperimentazione animale, devono indicare che le procedure seguite sono state rese conformi agli standard etici dei relativi comitati etici e alle leggi nazionali.